Le agevolazioni di SIMEST per l’internazionalizzazione

In un mercato sempre più globale, il futuro delle imprese italiane passa per i mercati esteri, via obbligata per far crescere il proprio business.
Se fino a qualche anno fa l’apertura delle imprese ai mercati internazionali poteva rappresentare una scelta strategica, oggi è un passo obbligato, una condizione necessaria per poter crescere, svilupparsi ed avere competitività sui mercati.

Export e internazionalizzazione rappresentano le chiavi del successo ma si tratta di processi complessi che spesso richiedono anche importanti investimenti.
A seguito dell’emergenza pandemica lo stato italiano ha previsto una serie di aiuti di Stato a favore delle imprese esportatrici (PMI e Midcap) costituite sotto forma di società di capitali.
La promozione dell’internazionalizzazione delle imprese italiane è uno dei punti fondamentali per la ripresa dell’economia italiana.
Nel solo 2020 sono state presentate, a valere su queste misure, ben 8000 domande per un controvalore di circa 2 miliardi di euro.
A partire dal 3 giugno riapre lo sportello SIMEST che gestisce questi aiuti e agevola i programmi di internazionalizzazione.

Le agevolazioni promosse da Simest prevedono una quota a fondo perduto del 40%/50% della domanda presentata e un finanziamento agevolato al tasso di riferimento UE, praticamente pari a zero.

Vediamo quali sono le agevolazioni previste:
• Patrimonializzazione;
• Inserimento in mercati esteri (o ampliamento di strutture già esistenti);
• Temporary Export Manager;
• E-commerce (o marketplace);
• Fiere, mostre e missioni estere;
• Programmi di assistenza tecnica;
• Studi di fattibilità in paesi esteri.

Ciascuno dei finanziamenti agevolati, a seguito della presentazione della domanda, sarà finanziato direttamente da Simest. Non è previsto l’intervento della banca.
Come presentare domanda per le agevolazioni Simest
La domanda deve essere presentata, come dicevo, a partire dal 3 giugno 2021. La procedura di valutazione seguirà l’ordine cronologico fino all’esaurimento delle risorse disponibili e quindi è necessario da subito predisporre la documentazione necessaria.

PER QUALSIASI ULTERIORE CHIARIMENTO, CONTATTACI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *